News
23 Ottobre 2018

Stazioni di ricarica per le auto elettriche. Le tecnologie a disposizione per il controllo dei processi

L’evoluzione dei piccoli e grandi aspetti della nostra vita quotidiana ci ha portati a ripensare azioni che credevamo consolidate: se fino a qualche decennio fa, per fare benzina ci si affidava ad un addetto, oggi vincono sistemi di self-service con processi automatizzati.

Dietro a questo cambiamento troviamo l’implementazione di diverse attività, sia operative che tecnologiche, per permettono all’utente l’autonomia nel rifornimento: transazione di denaro (che implica il collegamento remoto ai circuiti di pagamento per carte e bancomat), sblocco della pompa di benzina, erogazione del gasolio, prelievo del denaro, emissione dello scontrino.

Questi processi sembrano banali, ma richiedono gestione e controllo efficienti per essere davvero autonomi senza coinvolgere l’intervento umano.

Oggi ci stiamo incamminando verso un altro importante cambiamento che richiederà precisione, controllo e proattività di intervento: le stazioni di ricarica per le auto elettriche.

Prepariamoci al cambiamento e impariamo a gestirlo

A inizio 2018 in Italia i mezzi elettrici rappresentano solo lo 0,1% su un parco veicoli di 37 milioni. Tuttavia, bisogna prendere atto che se oggi rappresentano una percentuale esigua, questa crescerà molto presto perchè, che lo si voglia o meno, molti governi europei, puntano a una mobilità completamente elettrica.

In particolare l’Italia si è posta come soglia temporale massima il 2040.

Per portare da 0,1% al 100% l’utilizzo di mezzi elettrici nell’arco di 22 anni, è necessaria una crescita rapida e, di conseguenza, processi adeguati.

Controllo dei processi, mai stato così semplice

La ricarica di un’auto elettrica è un processo molto differente da quello di rifornimento di benzina: il mezzo e l’infrastruttura a cui si collega, effettuano uno scambio, non solo d’energia, ma anche di dati (come potenza disponibile, messa a terra, tensione di carica, ecc). Il monitoraggio di queste informazioni da parte della stazione di ricarica assicura lo svolgimento delle operazioni in sicurezza, facendo subentrare sistemi automatizzati in caso di rischio o emergenza.

L’altro fattore da monitorare è l’interazione tra la stazione e la rete d’alimentazione, sia per evitare blackout che per operare la conversione da corrente continua ad alternata, oltre tutti i classici meccanismi che una stazione condivide con un distributore, come processamento dei pagamenti e attivazione/disattivazione dell’erogazione.

solution provider per car sharing

Tutti questi aspetti richiedono monitoraggio sia per garantire la sicurezza degli utenti, che per efficientare la distribuzione e fornire assistenza quando necessario.

Control Room di Intoowit consente di monitorare tutte le stazioni di ricarica per auto elettriche collegate, mantenendo così il controllo 24/7 di tutti i processi. Grazie alla costante comunicazione tra i dispositivi in rete e il centro di controllo, si potrà garantire sicurezza, efficienza e assistenza su tutto il territorio.

Una soluzione scalabile, che permette la gestione delle stazioni di ricarica in modo agile ed efficiente.

Il futuro è sotto controllo con Control Room di Intoowit.